Ritirate dalle cose del mondo. Donne e istituzioni nel Mezzogiorno moderno

Carbone Angela

14.00

14.00

COD: 9788868666576 Categoria: Tag:
Loading...

Descrizione

L’itinerario proposto all’interno del volume ricostruisce le logiche sottese alle politiche assistenziali a sostegno di un variegato universo femminile nel Mezzogiorno moderno. Sullo sfondo di una storia delle istituzioni, all’interno della quale si delinea il ruolo esercitato dalla Chiesa, dall’associazionismo confraternale e dallo Stato, nella triplice dimensione caritativa, educativa, correzionale, il lettore viene idealmente introdotto, varcando i portoni d’ingresso degli istituti, nella vita quotidiana di fanciulle e donne ritirate dalle cose del mondo: orfane, pentite, nobildonne. Le carte d’archivio studiate rivelano un quadro assai composito, una fitta rete in cui operano ‘attori’ motivati da interessi diversi, un inedito protagonismo femminile, voci di donne a lungo taciute. L’analisi condotta, aggiungendo nuovi tasselli di conoscenza alla ricerca storica, sollecita ulteriori riflessioni su un tema difficilmente confinabile in categorie interpretative stereotipate.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.200 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ritirate dalle cose del mondo. Donne e istituzioni nel Mezzogiorno moderno”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *